Loading...
Monitoraggio Ambientale Aereo | volavalar.it 2017-06-13T15:55:34+00:00

VELIVOLI

Valar collabora con il CNR/ISAFOM da più di 13 anni. Insieme hanno raggiunto grandi risultati nella ricerca ambientale. I due Sky Arrow 650 TCNS ERA sono gestiti dalla Valar e si trovano presso l’Aeroporto di Salerno – Costa d’Amalfi, costituendo un’infrastruttura unica a livello nazionale ed internazionale nel campo dell’osservazione e nella protezione dell’ambiente di tutto il territorio della Regione Campania.

Gli Sky Arrow TCNS 650 sono velivoli leggeri biposto realizzati in fibra di carbonio e certificati JAR VLA. Hanno una configurazione ad elica spingente con ala alta e possono decollare ed atterrare in poco più di 300 m.

La configurazione ERA è espressamente dedicata al monitoraggio del territorio e dell’ambiente. L’intero velivolo è facilmente smontabile e trasportabile su un carrello; la sua modularità e leggerezza consentono quindi un agevole trasporto stradale e la possibilità di montare/smontare gli strumenti necessari alle campagne di acquisizione dati.

CAMPI DI APPLICAZIONE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE

Gli aerei sono equipaggiati con sofisticata strumentazione scientifica e, in caso di qualsiasi emergenza ambientale, sono in grado di raggiungere in pochi minuti qualsiasi punto della regione. Grazie ai rilievi raccolti dal monitoraggio, il CNR effettua analisi territoriali sulla qualità dell’ambiente nei comparti aria, acqua, suolo e vegetazione ai fini della verifica della conservazione degli habitat e degli ecosistemi, della tutela dell’ambiente e della sicurezza della salute pubblica.

Settori di attività in cui è possibile intervenire per effettuare rilievi aerei con sistemi di telerilevamento multispettrale e termico installati a bordo delle piattaforme ERA.

  • Informazioni sulla qualità dell’aria e dell’acqua
  • Sorveglianza e misura dell’estensione degli inquinanti
  • Determinazione ed individuazione di materiali pericolosi

IOP 2

Campagna di misura effettuata il 7-8-9/10/2014 lungo una vasta area che si estendeva dal versante settentrionale della costiera amalfitana fino a lambire la provincia di Caserta. Sono stati effettuati 5 voli (2 il 7/10 ed il 9/10, ed uno l’ 8/10) sempre con il payload air quality (PM, CO2 ed O3 ).

IOP 3

Campagna di misura effettuata il 16/01/2015 lungo la stessa track dello IOP2 per osservare eventuali variazioni stagionali nelle concentrazioni di inquinanti. Rispetto ai voli precedenti nel payload air quality è stato inserito il sensore di NOx.

  • Mappa delle temperature delle acque superficiali e delle correnti
  • Batimetria costiera
  • Monitoraggio dell’erosione delle spiagge e morfologia costiera
  • Valutazione dei danni a seguito di tempeste
  • Variazione della linea di costa
  • Censimento dei cordoni di dune
  • Monitoraggio di fenomeni d eutrofizzazione
  • Mappatura dei sedimenti in sospensione
  • Individuazione di sversamenti di inquinamenti
  • Comportamento termico delle acque superficiali
  • Colore e torbidità dell’acqua
  • Valutazione della diffusione algale
  • Supporto alle attività di pesca

IOP 1

Campagna di misura effettuata il 28-29/07/2014 lungo la piana del Sarno. Sono stati effettuati due voli al giorno con il payload air quality per il monitoraggio di polveri (PM), CO2 ed O3.

IOP 5

Campagna di misura effettuata il 3-4/03/2015 presso la piana del Sarno con il payload lidar per la caratterizzazione ottica e fisica del particolato. Sono stati effettuati tre voli, uno nella giornata del 3/3 e due il giorno seguente.

  • Comportamento termico delle acque superficiali – mappatura delle tipologie algali e loro diffusione – definizione della batimetria
  • Analisi dei costituenti idrici
  • Supporto all’allevamento ittico

IOP 4

Campagna di misura effettuata il 12-13/02/2015 presso la città di Benevento e la sua zona industriale. Sono stati eseguiti due voli al giorno con il payload air quality (PM, CO2, NOx ,O3 ).

  • Pianificazione e analisi urbana, studio della diffusione del calore all’esterno degli edifici, individuazione dei materiali di copertura dei manufatti (ad esempio in Eterin)
  • Identificazione di diversi materiali, quali asfalto, cemento, metallo o altro
  • Aggiornamento della cartografia
  • Monitoraggio parchi urbani e censimento delle aree verdi
  • Controllo dell’abusivismo edilizio
  • Monitoraggio dei materiali da costruzione in aree edificate
  • Identificazione di strutture nel primo sottosuolo
  • Termografia e stima dell’emissività delle superfici
  • Caratterizzazione spettrale dei materiali superficiali – analisi paleo – ambientali
  • Carte di rischio archeologico
  • Indicatori fitobiologici di inquinamento

  • Monitoraggio delle discariche
  • Identificazione di emissioni di biogas
  • Localizzazione di fuoriuscite di percolato
  • Valutazione di impatto ambientale
  • Localizzazione di scariche abusive

  • Caratterizzazione della copertura vegetale
  • Valutazione dello stato biofisico e biochimico
  • Mappatura dello stato di stress vegetativo
  • Mappe di uso del suolo, stato delle colture e loro riconoscimento
  • Sovrapposizione / creazione di informazioni GIS sulla produzione delle colture
  • Calcolo istantaneo degli indici di vegetazione
  • Studio topografico allo scopo di progettare canali, invasi, drenaggi
  • Verifica e monitoraggio delle parcelle agricole per la diretta gestione delle aziende agricole e per le stime previsionali richieste dalla PAC (Politica Agricola Comune)
  • Precision Framing
  • Catasto delle colture arbore

IOP – QuASAR

Campagna di misura effettuata il 15-16/07/2015 per il monitoraggio estivo dell’O3. L’area investigata si estendeva dal versante meridionale del Vesuvio fino a Caserta. Sono stati effettuati due voli al giorno con payload air quality (PM, CO2, NOx ,O3 ).

  • Stato di salute della vegetazione
  • Gestione del patrimonio forestale
  • Prevenzione e valutazione dei danni da incendio
  • Individuazione di malattie causate da infestazione di insetti
  • Composizione di carte tematiche delle specie forestali grazie all’utilizzo di strumenti spettrali avanzati